Qucinare - Scopri cosa bolle in pentola!


Strict Standards: Declaration of JParameter::loadSetupFile() should be compatible with JRegistry::loadSetupFile() in /web/htdocs/www.qucinare.it/home/libraries/joomla/html/parameter.php on line 512

Pastelle per friggere, ricette e tipologie d'uso

Scritto da : in: Ricette
Vota questo articolo
(0 Voti)

La pastella è indicata per friggere verdure, pesce, carne e perché no anche dolci. Esistono vari tipi di pastelle che si possono realizzare in base al prodotto finale, di seguito un elenco.

Pastella standard: 120 gr di farina 00, 2 uova intere, un pizzico di sale ed acqua fino ad ottenere un impasto né troppo liquido, né troppo solido. Utile per friggere piccoli pesci e verdure tagliate. Possiamo sbizzarrirci mischiando del semolino ( 2 parti su dieci, 500gr di farina 00 e 100gr di semolino). 

Pastella alla francese: si sostituisce 1 uovo della ricetta di cui sopra con 2 cucchiai di burro fuso, possibilmente freddo.

Pastella all'olio extra vergine d'oliva: 120 gr di farina 00, 150 ml di acqua tiepida, 5 gr di lievito di birra (fatelo rinvenire in un po' d'acqua prima di aggiungerlo al composto, un pizzico di sale, 2 cucchiai d'olio evo. Impastate tutti gli ingredienti e dopo aver fatto riposare il composto in frigo per 20 minuti, incorporate 1 albume d'uovo preventivamente montato a neve, incorporate gentilmente senza smontare dal basso verso l'alto con un cucchiaio da cucina. Questo tipo di pastella è ottima per fritture miste di carne, pasce o verdure. La frittura alla francese consiste nell' ammollare ogni alimento nel latte poi va asciugato , farinato e fritto. In questo modo possiamo friggere anche buone darde di seitan e aggiungere nel latte stesso aromi e spezie a piacimento.

Pastella al vino: 150 gr di farina 00, 2 cucchiai d'olio evo, 2 tuorli d'uovo, 200 ml di vino bianco secco, un pizzico di sale. Impastate tutti gli ingredienti, fate riposare e nel frattempo montate a neve i due albumi che andremo poi ad unire al precedente composto. Possiamo sostituire il vino con birra o latte.

Pastella dolce: 150 gr di farina 00, 2 tuorli d'uovo e 2 cucchiai di burro fuso. Si aggiunge poi al composto mezza bustina di lievito vanigliato per dolci e 180 ml di latte intero, un cucchiaio di zucchero a velo e si impasta il tutto. Dopo aver fatto riposare il composto per 20 minuti, incorporiamo di due albumi preventivamente montati a neve. Piatto tipico pugliese è la ricotta fritta allo zucchero con questa pastella, al posto del cinese gelato fritto.

Chef Gianni Burdi

 

Letto 1230 volte
Antonietta

Giornalista, laureata in scienze politiche, si occupa di comunicazione, copywriter per siti web, addetto stampa aziendale.

Collabora con testate giornalistiche nazionali e locali, con una propensione per le lingue orientali, parla perfettamente l'inglese.

Editore responsabile della rivista Qucinare.it

Sito web: www.qucinare.it
Devi effettuare il login per inviare commenti