Qucinare - Scopri cosa bolle in pentola!


Strict Standards: Declaration of JParameter::loadSetupFile() should be compatible with JRegistry::loadSetupFile() in /web/htdocs/www.qucinare.it/home/libraries/joomla/html/parameter.php on line 512

Brodo vegetale rapido

Scritto da : in: Ricette
Vota questo articolo
(0 Voti)

Con la precedente ricetta abbiamo visto i fondamenti per un ottimo brodo vegetale, la classica versione insomma, ricca di profumi e sapori di stagione. Passiamo ora a descrivere il procedimento per un brodo rapido, con questa tecnica, infatti, è possibile preparare il tutto in soli 15/20 minuti.

Si parte dalle classiche verdure, 2 cipolle, 1 carota, 1 costa di sedano. Mondate le cipolle e tagliatele sottili, usando un padellino antiaderente e appassitele senza aggiungere grassi, aiutatevi con un cucchiaio di legno. Dopo ciò, tagliate carota e sedano in pezzi grossolani, prendete una casseruola medio piccola, aggiungete un filo di olio e appassite le verdure a fiamma bassa.

Raggiunto il punto di caramellatura, aggiungete le vostre cipolle, sfumate con mezzo bicchiere di vino secco, alzate la fiamma e fate evaporare. Una volta che il profumo del vostro composto, perde il così detto "tono metallico" abbassate la fiamma ed aggiungete 1 litro di acqua fredda. Ora introducete nel brodo un mazzetto di profumi, preventivamente preparato con basilico, prezzemolo, finocchietto o con quello che più vi piace, coprite la pentola con un coperchio e portate a cottura per 15 minuti.

Ora il vostro brodo è pronto! Togliete gli aromi, prendete un frullatore ad immersione e passate le verdure. Prendete un colino conico "crinoide" o qualunque setaccio a maglia fine e filtrate in modo da avere un brodo di buono spessore. Adesso salate a piacimento.

Se vi va potete conservare il brodo appena preparato, abbattendo il più velocemente possibile la temperatura. Quindi mettetelo nel freezer per qualche minuto senza farlo congelare, una volta freddo lo potete conservare in frigo a +4° per 2 o 3 giorni. L'abbattimento veloce della temperatura serve a non far proliferare i batteri e rendere il prodotto più salubre ed evitare tossinfezioni.

 

Chef Gianni Burdi

Letto 1073 volte
Antonietta

Giornalista, laureata in scienze politiche, si occupa di comunicazione, copywriter per siti web, addetto stampa aziendale.

Collabora con testate giornalistiche nazionali e locali, con una propensione per le lingue orientali, parla perfettamente l'inglese.

Editore responsabile della rivista Qucinare.it

Sito web: www.qucinare.it
Devi effettuare il login per inviare commenti