Qucinare - Scopri cosa bolle in pentola!


Strict Standards: Declaration of JParameter::loadSetupFile() should be compatible with JRegistry::loadSetupFile() in /web/htdocs/www.qucinare.it/home/libraries/joomla/html/parameter.php on line 512

L' alimentazione in gravidanza

Scritto da : in: Ingredienti
Vota questo articolo
(0 Voti)

Questa volta mi rivolgo a chi come me sta vivendo questa esperienza importantissima quale appunto la gravidanza. E' uno dei momenti più delicati che una donna deve affrontare e per questo bisogna cercare di stare molto attente all'alimentazione perché quello che ingeriamo noi viene assunto dal nostro bambino.

Sfatiamo il credo comune. Non si deve mangiare per due! L'apporto calorico in più equivale solo ad una banana. Niente abbuffate quindi, niente voglie di schifezzuole, ma il tutto si deve contenere nei limiti. Il sovrappeso in gravidanza ha seri effetti sul feto e provoca anche in casi gravi la gestosi e l'ipertensione.

E per chi cerca di concepire in sovrappeso ( già dagli 8-10 kg in più) avrà molte più difficoltà perché è stato dimostrato che l'eccesso di peso aumenta la produzione di insulina nell'organismo, il che abbassa notevolmente la produzione di ormoni femminili e innalza quelli maschili, rendendoci praticamente sterili.

 Il fabbisogno giornaliero è di circa 1700 calorie che si possono distribuire nell'arco di una giornata in 5 o 6 spuntini a base di frutta o verdura. Una giornata tipo può essere questa. Colazione: latte parzialmente scremato e 5o gr di biscotti. Spuntino: mela o succo di frutta, meglio se preparato da voi. A pranzo possiamo sfiziarci con un bel risotto agli asparagi e come secondo insalata. A merenda uno yogurt, mentre per cena via libera alle verdure lesse o spinaci al burro, pane, possiamo variare anche con vellutata di verdure, zuppe di cereali, carne e pesce alla grande.

 Attenzione alla toxoplasmosi. Dalle analisi del sangue si rileva se si è negativi o positivi. Ma anche se abbiamo già contratto il virus, dobbiamo evitare comunque gli insaccati , perchè non nutrono il feto, ma ci ingrassano soltanto. Per chi come me è negativo e quindi non ha mai contratto il virus divieto categorico al prosciutto crudo..che onestamente mi manca tantissimo :( e a tutti gli insaccati, tranne al prosciutto cotto che va comunque consumato in maniera moderata. Attente anche all'acquisto del prosciutto cotto, mi raccomando che sia senza fosfati aggiunti e senza conservanti.

Come sapete tutta la frutta e la verdura va lavata accuratamente, magari tenendola in acqua per 10 min con un cucchiaio di bicarbonato.

 

Letto 905 volte
Antonietta

Giornalista, laureata in scienze politiche, si occupa di comunicazione, copywriter per siti web, addetto stampa aziendale.

Collabora con testate giornalistiche nazionali e locali, con una propensione per le lingue orientali, parla perfettamente l'inglese.

Editore responsabile della rivista Qucinare.it

Sito web: www.qucinare.it
Devi effettuare il login per inviare commenti