Qucinare - Scopri cosa bolle in pentola!


Strict Standards: Declaration of JParameter::loadSetupFile() should be compatible with JRegistry::loadSetupFile() in /web/htdocs/www.qucinare.it/home/libraries/joomla/html/parameter.php on line 512

Una tira l'altra..

Scritto da : in: Ingredienti
Vota questo articolo
(0 Voti)

oggi voglio parlare di un dolce naturale, la ciliegia. un dessert tutto al naturale che ci delizia ad ogni fine pasto. Importantissimi sono i valori nutritivi di questo antico frutto, ma è altrettanto importante la commercializzazione e quindi il risvolto sull' economia locale in particolare nel territorio biscegliese.

Per chi non lo sapesse, in natura ci sono svariati tipi di ciliegie, ma quelle più vedute sono solo 6.

Partiamo col descrivere la prima categoria, le più buone e le più costose, le ciliegie "ferrovia". Esse hanno la forma di un cuore e sono di colore rosso rubino, molto dolci al gusto. il prezzo si aggira intorno ai 2,8/ 3 euro al kg.

La "giorgia"è autofertile, si impollina da sola. Ha una pezzatura grossa, lo stelo corto di forma tonda e di gusto delicato. Il prezzo è di 2 /2,50 euro al kg.

"celeste" non di colore, è un'altra variante caratterizzata dalla pezzatura media e dal gusto simile alla giorgia. Anche celeste è autofertile e il suo albero molto produttivo. il prezzo al pubblico è di 2 / 2,50 euro al kg.

"Roma" invece ha uno stelo lungo, di forma tondeggiante ed è molto resistente all'umidità e all'acqua. Il prezzo è alto, 2 / 2,80 euro al kg e se la stagione è particolarmente piovosa il costo tenderà ad aumentare.

La "Bigarreaux" è una delle prime ciliegie che si trova in commercio ad inizio stagione. Ha uno stelo corto e la pezzatura è grande e tonda. Essendo una primizia, il prezzo è molto elevato. Infatti oscilla dai 4 ai 6 euro al kg.

 

"Early Lory" anche lei una primizia, matura subito dopo la bigarreaux. Ha lo stelo corto, pezzatura media, alla punta dello stelo rimangono attaccate delle foglie, non preoccupatevi sono i petali dei suoi fiori, questo ci aiuta a distinguerle maggiormente. Il prezzo è altrettanto alto, va dai 7 ai 9 euro al kg.

 

Consigli per la spesa

 

Quando ci rechiamo in un mercato ortofrutticolo cerchiamo di adottare alcuni metodi per la scelta di ciliegie in buono stato. Eccone alcuni: tastare la consistenza del frutto notando la durezza del prodotto, se dovesse risultare molliccia ovviamente è bene lasciar stare, scegliere tendenzialmente quelle più scure perchè sono le più dolci.

Letto 1001 volte
Antonietta

Giornalista, laureata in scienze politiche, si occupa di comunicazione, copywriter per siti web, addetto stampa aziendale.

Collabora con testate giornalistiche nazionali e locali, con una propensione per le lingue orientali, parla perfettamente l'inglese.

Editore responsabile della rivista Qucinare.it

Sito web: www.qucinare.it
Devi effettuare il login per inviare commenti