Qucinare - Scopri cosa bolle in pentola!


Strict Standards: Declaration of JParameter::loadSetupFile() should be compatible with JRegistry::loadSetupFile() in /web/htdocs/www.qucinare.it/home/libraries/joomla/html/parameter.php on line 512

La crisi dell'oro verde in Puglia

Scritto da : in: Ingredienti
Vota questo articolo
(0 Voti)

La crisi del settore dell'olivicoltura pugliese dilaga a macchia d'olio. La produttività è scesa a livelli mai verificatisi prima, tanto da far crollare i prezzi. Infatti ad oggi il prezzo al quintale è di appena 30 euro e quello dell'olio si aggira intorno ai 2,5 euro/kg. Nonostante le manifestazioni dei coltivatori, al momento non sembrano esserci grosse novità nel settore. L'olio extra vergine d'oliva, è il punto cardine dell'alimentazione mediterranea, ricco di elementi nutritivi e che regolano le funzioni del nostro corpo con importanti acidi grassi. E' così importante anche dal punto di vista economico, infatti in Puglia è una delle maggiori fonti di reddito che ora rischia seriamente di andare ancor di più in perdita. Nel supermercato, durante l'acquisto di una bottiglia di olio è fondamentale sapere cosa si sta per acquistare. La tracciabilità dell'olio è di indiscussa rilevanza, spesso infatti vi è una errata dicitura che omette l'utilizzo di altri tipi di olio, provenienti da paesi extra europei. La risonanza magnetica nucleare permetterebbe di smascherare le frodi ed ottenere un prodotto certificato e genuino - secondo quanto detto in un intervento dell'eurodeputato Sergio Silvestris- modificando così il regolamento comunitario 2568/91, si porterebbe sulle nostre tavole un prodotto che tutela non solo il consumatore, ma anche il produttore.

Letto 629 volte
Antonietta

Giornalista, laureata in scienze politiche, si occupa di comunicazione, copywriter per siti web, addetto stampa aziendale.

Collabora con testate giornalistiche nazionali e locali, con una propensione per le lingue orientali, parla perfettamente l'inglese.

Editore responsabile della rivista Qucinare.it

Sito web: www.qucinare.it
Devi effettuare il login per inviare commenti